Spedizione gratuita sopra i 60€ entro 48h

10% di sconto

sul tuo primo acquisto

Iscriviti alla newsletter per
rimanere aggiornato

Qual è il valore massimo di Cbd

Tabella dei Contenuti

I prodotti a base di Cbd e in particolare l’olio stanno riscuotendo un sempre maggior successo in tutto il mondo. Hanno avuto il merito di far conoscere le proprietà benefiche della canapa al grande pubblico, mettendo in evidenza la sua capacità di migliorare il benessere di corpo e mente. Il Cbd, o cannabidiolo cioè un metabolita della cannabis sativa, non è legato in alcun modo allo ‘sballo’ che invece è dovuto alla concentrazione di Thc (il tetraidrocannabinolo, sostanza psicoattiva e psicotropa). Dal momento che in materia ancora troppo spesso c’è disinformazione, sarà utile fare mente locale sui valori del Cbd e su quelli consentiti di Thc (al di sotto dei quali il prodotto è legale e può essere commercializzato).

Le categorie della cannabis commerciale e gli effetti

Quando parliamo del Cbd facciamo riferimento al principale cannabinoide contenuto nella canapa light: è efficace contro lo stress, l’insonnia e le infiammazioni oltre che in generale contro il dolore e gli stati depressivi. Per quanto riguarda il valore Cbd della cannabis, sarà utile partire dal presupposto che in natura non ci sono piante di cannabis che – una volta essiccate – sviluppino un valore di Cbd superiore al 20%.

 

E’ possibile classificare le piante di cannabis commerciale in tre macrocategorie, in base all’indice dei valori di cbd e thc. Ci sono genetiche caratterizzate da una forte prevalenza di Thc con valori di Cbd quasi nulli, troviamo poi le genetiche che bilanciano la presenza di entrambi i cannabinoidi (sia il Cbd che il Thc oscillano tra 5 e 15%), infine veniamo all’ultimo gruppo – più interessante poiché l’unico legale – che comprende le infiorescenze con Thc valore legale (al di sotto dello 0,6%) e un contenuto alto di Cbd. In genere, il rapporto che lega Thc e Cbd è 1 a 20.

 

Ad ogni modo, sarà corretto affermare come sia impossibile per la cannabis sviluppare un ammontare di cannabinoidi che superi il 35% (e questo per limiti dal punto di vista della genetica). La pianta, infatti, ha bisogno di ulteriori elementi importanti per assicurarsi la sopravvivenza e il riferimento è in particolare a proteine, vitamine, carboidrati, grassi e sali minerali.

Estrazione delle sostanze e principi attivi benefici

Si provvede all’estrazione delle sostanze organiche naturali tramite la spremitura a freddo, la quale assicura la perfetta conservazione dei principi attivi benefici della cannabis – ad oggi ne sono stati identificati oltre 600 – Tra questi troviamo terpeni, acidi grassi, idrocarburi, aldeidi e cannaflavine ma non solo (oltre ai 120 cannabinoidi che sono stati individuati con certezza fino ad oggi). Parlare di marijuana legale vuol dire fare riferimento alla cannabis light, che è quasi del tutto priva di Thc. La base normativa nel settore è rappresentata dalla legge 242 del 2016, che consente la coltivazione e la vendita di piante a basso contenuto di Thc. E qual è nello specifico il valore legale di Thc? Vi è un limite minimo di 0,2% e una tolleranza che raggiunge lo 0,6%. Nei limiti della normativa dunque è possibile assumere prodotti a base di Cbd, oltre che coltivarli.

 

Sempre più spesso il Cbd viene impiegato per realizzare preparazioni culinarie originali, in più può essere utilizzato – tramite applicazione topica – in caso di problematiche della pelle quali la psoriasi (riduce i sintomi e li allevia) e l’acne. I metodi assuntivi più popolari, oltre a quello legato alla cucina e a quello topico, sono lo svapo (un gesto che ormai è diventato un vero e proprio status symbol) e il metodo sublinguale. Quest’ultimo richiederà solo un minimo di pratica per essere perfezionato. Dopo aver acquistato l’olio di Cbd sulle piattaforme degli specialisti come Pura, basterà farne scendere qualche goccia – per il dosaggio è bene procedere per tentativi, iniziando con 3-5 al massimo – e attendere un minuto circa prima di deglutire. Questo consentirà alle pareti del cavo orale di assorbire al meglio la sostanza, in modo tale da bypassare il tratto digestivo (che tra le altre cose dilata anche i tempi d’attesa per quanto riguarda la comparsa degli effetti benefici e rilassanti, tipici del Cbd).

Articoli correlati

10% di sconto
sul tuo primo acquisto
Iscriviti alla newsletter per
rimanere aggiornato

Benvenuto nel sito

Puracbd.it

Cliccando su ENTRA dichiari di essere maggiorenne e di utilizzare i nostri prodotti secondo quanto stabilito dalla legge.

Se non sei maggiorenne o non sei d’accordo ti preghiamo di chiudere il sito.