-30% di sconto su TUTTO con il codice: BLACK30

Spedizione gratuita sopra i 60€ entro 48h

10% di sconto

sul tuo primo acquisto

Iscriviti alla newsletter per
rimanere aggiornato

Infiorescenze CBD: ecco come mangiarle

Tabella dei Contenuti

Le infiorescenze CBD possono essere consumate anche in cucina, regalando a chi ne fa uso notevoli benefici a livello nutrizionale. Che si scelga di consumarle crude o essiccate, possono rappresentare una validissima aggiunta a qualsiasi dieta: scopri come.

Infiorescenze CBD: si possono mangiare?

Questa domanda assale spesso sia i consumatori novelli che quelli più esperti che hanno sempre apprezzato i benefici della canapa attraverso la combustione. Consumare le cime di cannabis a livello alimentare, però, è un’esperienza molto diversa che si rivela adatta anche ai non fumatori e a chi cerca nuove modalità di consumo per variare le proprie abitudini. Mangiare infiorescenze di cannabis light crude o essiccate, inoltre, ci consente di avere accesso anche a quelle sostanze fitochimiche che vengono eliminate o trasformate durante la combustione prevista dal consumo tradizionale, come antiossidanti, vitamine e minerali – per non parlare del contenuto di fibre e proteine, che può essere apprezzato soltanto ingerendo le infiorescenze (cannabis per uso alimentare).

Cima cannabis: perché ingerirla

La scelta di aggiungere le infiorescenze di cannabis alla propria alimentazione presenta notevoli vantaggi. Di seguito presentiamo i tre “perché” fondamentali:

  • mangiare le cime di cannabis anziché fumarle evita il processo di combustione che ricade su bronchi e polmoni, rendendo l’assunzione alimentare la scelta ideale anche per chi non può o non vuole fumare;
  • consumare le infiorescenze di cannabis come alimento fa sì che i loro effetti benefici si manifestino in modo più lento e graduale;
  • mangiare le cime di cannabis permette alle sostanze contenute al loro interno di attraversare l’intero apparato digerente in modo da favorirne un migliore assorbimento.

Come assumere CBD mangiando le infiorescenze

CBD: come assumerlo per via alimentare? Probabilmente avrai già sentito parlare dell’olio al CBD, adatto anche per completare diverse preparazioni, ma non tutti sanno come trattare adeguatamente l’infiorescenza cannabis essiccata in cucina.

La prima cosa da ricordare per consumare le cime di cannabis a livello alimentare è che la scelta migliore per esaltarne le proprietà è quella di scaldare le infiorescenze ad una temperatura massima di 113° per circa un’ora e poi aggiungerle ad un elemento grasso come olio, burro o margarina.

CBD: come assumerlo con il cannabutter

Un modo semplice e versatile per utilizzare le infiorescenze di cannabis in cucina è quello di preparare del “cannabutter”, ossia un grasso speciale ottenuto cuocendo insieme burro di qualità e cime per poi lasciarlo raffreddare in un recipiente e utilizzarlo a piacere per il condimento di piatti salati o per la preparazione di torte, brownies e biscotti.

Infiorescenze CBD online: scegli Pura

Ora che sai come assumere canapa CBD, mangiare infiorescenze e utilizzare cime e fiori in cucina, ti suggeriamo di esplorare il nostro catalogo per trovare il prodotto più adatto a te: clicca qui per saperne di più.

Articoli correlati

10% di sconto
sul tuo primo acquisto
Iscriviti alla newsletter per
rimanere aggiornato

Non sai quale aroma scegliere?

Da oggi puoi

testarli tutti

Benvenuto nel sito

Puracbd.it

Cliccando su ENTRA dichiari di essere maggiorenne e di utilizzare i nostri prodotti secondo quanto stabilito dalla legge.

Se non sei maggiorenne o non sei d’accordo ti preghiamo di chiudere il sito.

PuraCBD partecipa alla fiera internazionale SALON DU CBD a Marsiglia, le spedizioni riprenderanno martedì 22 marzo.