Spedizione gratuita sopra i 60€ entro 48h

10% di sconto

sul tuo primo acquisto

Iscriviti alla newsletter per
rimanere aggiornato

Costruzioni ecosostenibili: l’uso della canapa nel settore edilizio.

Tabella dei Contenuti

Le tendenze emergenti – ispirate a criteri ambientali e di risparmio energetico nel settore edilizio –  si concentrano su una nuova sfida: l’uso di materiali vegetali come bioaggregati in calcestruzzi verdi. L’utilizzo del cemento di canapa e calce per produrre pannelli, mattone di canapa, sistemi di isolamento e intonaci sta raggiungendo un consenso crescente nel mondo delle costruzioni ecologiche. In particolare il cemento di canapa e calce ha le seguenti eccezionali prestazioni:

  • È un eccellente materiale di isolamento termico e acustico;
  • È leggero, resistente al fuoco e conserva un alto livello di traspirabilità;
  • È resistente alla muffa in quanto assorbe l’umidità;
  • È resistente ai microbi e agli insetti;
  • È sintetizzatore di carbonio e combatte l’inquinamento riducendo le emissioni di CO2 durante il processo di costruzione e garantisce una vita in casa sana;
  • È riciclabile al 100% alla fine del suo ciclo di vita ed è totalmente biodegradabile.

Per tutte queste ragioni, la canapa  – Cannabis Sativa – sta espandendo la sua applicazione in molti paesi, dove viene adoperata per rinnovare ecologicamente infrastrutture esistenti e per dar vita ad edifici isolati termicamente e acusticamente: per creare costruzioni ecologiche, in breve.

L’urgenza dell’uso del cemento di canapa – e del mattone di canapa e calce – nelle costruzioni in bioedilizia.

Da circa 25 anni fa il potenziale della canapa è stato riscoperto per lo sviluppo verde in Europa. Le legislazioni europee sono state adattate in diversi paesi a favore della crescita e della trasformazione delle varietà di canapa industriale con un livello di THC inferiore allo 0,2% nel terzo superiore della pianta. Contemporaneamente questa coltura multi-benefica è stata sviluppata per migliaia di prodotti e derivati ​​per settori molto diversi come tessile, automobilistico, design industriale, cibo, medicina, carta, cosmetici, vernici, lettiere e cure per animali, biomassa e costruzioni ecosostenibili, tra gli altri. A causa degli interessi economici, questo modello non è purtroppo sempre praticato: l’edilizia è nota per consumare effettivamente circa il 40% dell’energia globale del mondo, il 25% dell’acqua globale e il 40% delle risorse globali. Questo consumo può essere drasticamente ridotto con la sostituzione di aggregati minerali con aggregati vegetali: con l’allarmante aumento globale delle emissioni di carbonio e le sue implicazioni, la necessità di tecnologie carbon neutral o carbon negative è della massima importanza e urgenza e in tal senso il cemento di canapa e calce – e il mattone di canapa e calce – possono rivelarsi tra le soluzioni più soddisfacenti.

La Francia è il paese europeo precursore nell’utilizzo del cemento di canapa e del mattone di canapa e calce nelle costruzioni ecologiche.

Attualmente circa 5.000 tonnellate di materiale di canapa vengono impiegate ogni anno per costruzioni ecosostenibili in Francia, il paese che ha iniziato a impegnarsi seriamente nell’isolamento dei materiali da costruzione dalla canapa fin dai primi anni ‘90, seguito da altri paesi europei e sviluppatosi negli ultimi 15 anni verso un interesse globale. 

I materiali si basano sui due componenti principali dello stelo della canapa: la fibra – circa una terza parte del materiale dello stelo – e il nucleo legnoso più abbondante – storicamente spesso considerato prodotto di scarto della decorticazione della fibra di canapa – trasformato principalmente in particelle di 2-25 mm di lunghezza.

Le principali applicazioni del cemento di canapa nelle costruzioni ecosostenibili sono calcestruzzi per compattazione manuale, pareti pressofuse, rivestimenti isolanti spruzzati, intonaci interni ed esterni, blocchi premiscelati e pannelli per applicazioni non portanti o portanti, lastre per pavimenti, lastre e isolamento del tetto, comprese applicazioni strutturali come volte e cupole. 

Mentre nella parte settentrionale e centrale dell’Europa le formulazioni di questo materiale multi-poroso sono principalmente progettate per adattarsi al clima freddo – quindi sono molto leggere e dipendono da una struttura di supporto in legno – le tendenze delle costruzioni in bioedilizia nella regione mediterranea si concentrano sul calcestruzzo di canapa come materiale strutturale con proprietà termiche molto dinamiche aggiungendo un componente di inerzia termica più elevato: ciò, ovviamente, per evitare miscele molto leggere e porose con conduttività termiche basse o moderate, che possono causare surriscaldamento in condizioni estive.  Allo stesso tempo, la necessità di importare legno viene drasticamente ridotta, dove questa risorsa è limitata.

Nonostante un bilancio positivo di tutte le fasi del loro ciclo di vita, uno svantaggio nell’uso di materiali da costruzione a base vegetale come il cemento di canapa e il mattone di canapa è il loro prezzo di acquisto – tuttora più elevato rispetto ai materiali tradizionali convenzionali – e, più in generale, una mancanza di informazioni e conoscenza su questa nuova tecnologia. Ecco perché ancora solamente una minoranza di clienti li sceglie per le costruzioni ecosostenibili, valorizzando in particolare le loro qualità ecologiche e ambientali superiori, i loro vantaggi in termini di risparmio energetico e il loro comportamento igrotermico, che contribuisce al benessere.

Non bisogna dimenticare che gli edifici hanno un impatto significativo sull’ambiente durante i loro cicli di vita, cioè dalla progettazione, alla costruzione, all’uso, al rinnovamento e all’adattamento alla demolizione e allo smaltimento. Vari studi dimostrano che l’uso di materiali da costruzione convenzionali ha impatti negativi sull’ambiente. Negli ultimi anni si assiste dunque ad una crescente consapevolezza della necessità di costruzioni ecosostenibili e della bioedilizia, che includono la necessità di esplorare diversi materiali che potrebbero contribuire alla sostenibilità risparmiando acqua, energia e altre risorse e riducendo anche gli impatti negativi degli edifici sull’ambiente e sugli occupanti.

Articoli correlati

10% di sconto
sul tuo primo acquisto
Iscriviti alla newsletter per
rimanere aggiornato

Benvenuto nel sito

Puracbd.it

Cliccando su ENTRA dichiari di essere maggiorenne e di utilizzare i nostri prodotti secondo quanto stabilito dalla legge.

Se non sei maggiorenne o non sei d’accordo ti preghiamo di chiudere il sito.